GUGLIELMO MARCONI Istituto Statale d'Istruzione Superiore

L'Istituto Marconi fa parte della Rete Sicurezza Scuole Alessandria

 Rete Sicurezza Scuole Alessandria

Come comportarsi all’interno dell’istituto per evitare incidenti ed inconvenienti.

Misure di prevenzone e protezione

Qual è il provvedimento normativo di riferimento per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro?
Il D. Lgs. 81/2008.

Lo studente è equiparato al lavoratore?
Solo nei casi in cui si faccia uso di laboratori e attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l'allievo sia effettivamente applicato alla strumentazione o ai laboratori.

L'ambiente di studio e di lavoro come può essere reso più idoneo e sicuro?
Attraverso interventi sull'edilizia scolastica, l'organizzazione del lavoro e il sistema partecipato basato sulla formazione dei soggetti.

Come bisogna tenere le vie di esodo e di circolazione nella scuola?
Devono essere tenute sgombre.

Quando devono essere utilizzai i dispositivi di protezione individuale?
Devono essere forniti quando non esistono tecniche alternative per la prevenzione o protezione collettiva, né misure organizzative sufficienti a ridurre adeguatamente il rischio.

Le scale i corridoi e gli spazi comuni

Rischi: Cadute con contusioni, traumi o fratture, urti accidentali.

Cause: Movimenti scorretti, pavimenti scivolosi, mancanza di bande antisdrucciolo nelle pedate dei gradini, eccessivo affollamento.

Prevenzione: Calma e cautela nel salire e scendere le scale, comportamenti adeguati (non correre, non spintonarsi), vigilanza da parte del personale docente e ATA, soprattutto negli orari di entrata, di uscita e durante l'intervallo.

Le aule

Rischi: Scivolamenti e/o cadute, igienico - ambientali, guasti elettrici, incendio.

Cause: Pavimenti bagnati o scivolosi, microclima inadeguato dovuto ad eccessivo affollamento dei locali, al cattivo funzionamento dell'impianto di riscaldamento o alla presenza di umidità, presenza di spigoli vivi nelle ante degli infissi o negli arredi, utilizzo imprudente di spine o prese elettriche.

Prevenzione: Pulizie dei pavimenti nei modi e nei tempi adeguati, aerazione manuale dei locali, controllo del corretto funzionamento dell'impianto di riscaldamento, interventi di manutenzione straordinaria al fine di eliminare le cause dell'insorgere di umidità, posa in opera di para spigoli negli arredi, sostituzione delle ante degli infissi con altre di tipo scorrevole, controllo della regolarità delle prese e delle spine, installazione di rilevatori di fumo.

La sala insegnanti e la biblioteca

Rischi: Caduta di materiale, ingombro di spazi, incendio.

Cause: Sovraccarico delle scaffalature, concentrazione di materiale cartaceo.

Prevenzione: Riordino dei libri negli appositi scaffali, controllo dell'usura e della tenuta delle scaffalature e degli arredi, installazione di rilevatori di fumo e presidi antincendio appositi.

I magazzini, gli archivi ed i depositi

Rischi: Igienico - ambientali, caduta di materiali, ingombro di spazi, incendio.

Cause: Presenza di umidità, muffe, polveri, sovraccarico delle scaffalature, concentrazione di materiale cartaceo, possibilità di corto circuito e presenza di materiale infiammabile.

Prevenzione: Collocazione delle diverse categorie merceologiche in ambienti separati e su scaffalature metalliche, tenere ben aerati ed asciutti i locali utilizzando dei deumidificatori o mediante interventi di manutenzione straordinaria atti ad eliminare le cause dell'insorgere di umidità e muffe, tenere i prodotti chimici (detersivi, disinfettanti, disinfestanti) o comunque liquidi infiammabili in un apposito locale ed in appositi armadi chiusi a chiave, controllo dell'usura e della tenuta delle scaffalature e degli arredi, evitare carichi pesanti, mantenere le vie di fuga libere da ingombri, controllo e manutenzione periodica dei locali e dell'impianto elettrico, installazione di rilevatori di fumo e presidi antincendio appositi, collocazione di appositi cartelli indicanti il carico massimo ammisibile sulle scaffalature.

La palestra

Rischi: Contusioni, distorsioni, traumi, utilizzo di attrezzature in modo non idoneo.

Cause: Disattenzione o movimenti scoordinati, poca concentrazione durante lo svolgimento degli esercizi, utilizzo errato degli attrezzi, urti contro attrezzature.

Prevenzione: Seguire scupolosamente le indicazioni degli insegnanti, mantenere la concentrazione durante lo svolgimento degli esercizi, controllo costante delle attrezzature presenti, mantenere vie di fuga libere da ingombri (attrezzature, palloni, strumenti), installazione di rilevatori di fumo e presidi antincendio appositi, utilizzo di apposita cartellonistica di sicurezza.

Gli uffici

Rischi: Affaticamento visivo e muscolare, guasti elettrici, igienico - ambientali, incendio.

Cause: Presenza di numerose spine e prese multiple, postazioni non ottimali per il lavoro al PC (sedia e/o tavolo non ergonomici), riflessi sullo schermo, assunzioni di posture scorrette, presenza di materiale altamente infiammabile.

Prevenzione: Tenere sgomberi gli spazi tra i tavoli e gli arredi, controllo e manutenzione periodica dell'impianto elettrico, pulizia e controllo costante delle macchine, assumere una postura corretta (piedi ben appoggiati al pavimento, schiena appoggiata allo schienale e avambracci poggiati al piano di lavoro), evitare per quanto possibile riflessi sullo schermo orientandolo ed inclinandolo opportunamente, effettuare un riposo o cambiamento di attività di 15 minuti ogni 2 ore, posizionamento delle fotocopiatrici in luogo idoneo e ventilato, installazione di rilevatori di fumo e presidi antincendio appositi.

Gli spogliatoi ed i servizi igienici

Rischi: Scivolamento, trasmissione batterica, rischi igienico - ambientali, guasti elettrici.

Cause: Pavimenti bagnati, igiene e pulizia inadeguate dei locali, presenza di umidità.

Prevenzione: Pulizia dei pavimenti nei tempi e nei modi adeguati, pulizia costante dei sanitari, delle maniglie delle porte e degli interruttori, frequente ricambio dell'aria, controllo periodico dell'impianto elettrico, non sostare a lungo ed evitare affollamento.

I laboratori

È considerato laboratorio ogni locale (laboratorio di informatica, laboratorio di chimica, laboratorio di fisica, laboratorio di scienze, laboratorio linguistico, laboratorio di meccanica, laboratorio di biologia, laboratorio di elettronica, aula disegno, aula digitale, aula multimediale, aula audiovisiva ecc.) dove gli allievi svolgono attività diverse dalla normale o tradizionale attività di insegnamento, attraverso l’ausilio di attrezzature e sostanze.

Il rischio principale è che le varie attrezzature, gli strumenti, le sostanze chimiche vengano utilizzate in maniera errata o difforme dalle indicazioni dei costruttori o dalle indicazioni dei docenti ed assistenti di laboratorio. Può essere causa di rischio assumere un comportamento disattento che possa danneggiare gli altri nello svolgimento delle normali attività e l’inosservanza di norme comportamentali.

Gli allievi sono invitati a prendere visione delle norme di sicurezza affisse nei laboratori e ad osservare scrupolosamente le prescrizioni ed i divieti contenuti nei regolamenti dei laboratori, chiedendo ai docenti e/o agli assistenti tecnici eventuali chiarimenti.

Le esercitazioni dovranno essere svolte sotto la guida e la vigilanza dei docenti. I docenti, in collaborazione con il personale addetto, controlleranno le apparecchiature prima dell’uso ed illustreranno agli allievi i rischi specifici che possono derivarne; controlleranno l’efficienza dei dispositivi di sicurezza e di protezione collettiva e individuale, ne esigeranno l’uso da parte degli allievi e daranno istruzioni per una corretta esecuzione delle operazioni.

L’acceso ai laboratori è vietato al personale non addetto ed agli allievi non accompagnati dai docenti.

 

Ultima modifica 14 gennaio 2020 da MICHELE GENTILE

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.